Categoria: Blog

Sul mestiere di scrivere ovvero su Virginia Woolf

Ho appena finito di leggere tutti i racconti di Virginia Woolf[efn_note]Oggetti solidi. Tutti i racconti e altre prose di Virginia Woolf, Racconti Edizioni[/efn_note] e credo che sia una buona maestra per chiunque decida di dedicarsi alla forma breve. In fin dei conti, ha scritto saggi, prose, racconti, romanzi, articoli di critica letteraria, moltissime lettere e un diario fino a pochi giorni prima della sua morte, quindi, le parole erano il suo pane quotidiano. Lasciamoci dunque guidare da lei per imparare ancora qualcosa sul mestiere (che lei definiva arte) di scrivere [...]

Read more

Una lettura attorno a un sentimento nascente. Su “Le ripetizioni” di Giulio Mozzi

Da queste parti, di solito, si parla di racconti. Se abbiamo esplorato altri territori, lo abbiamo fatto per osservare più da vicino quel tipo di opere musicali o cinematografiche che, a nostro modo di vedere, avevano stretti legami con le forme brevi. E così abbiamo scritto di canzoni e film ma, a quanto mi risulta, non abbiamo mai parlato di un romanzo. Le ripetizioni di Giulio Mozzi mi sembra il libro ideale per analizzare un'opera letteraria dall'ampio respiro, che tuttavia ha diversi punti di contatto con alcuni aspetti strutturali e stilistici propri delle forme brevi [...]

Read more

Gli dei notturni di Danilo Soscia

A due anni dall’uscita della raccolta di racconti Atlante delle meraviglie per Minimum fax, nel 2020 Danilo Soscia ha pubblicato Gli dei notturni, una nuova raccolta in cui, come ci suggerisce il sottotitolo “Vite sognate del ventesimo secolo”, a fare da fil rouge è il tema del sogno.
L’attività onirica si sa, già da tempo si presta a diventare materia di narrazione per due motivi ben precisi: per lo studio che vi è dietro, e quindi per ciò che il sogno può dire dell’individuo che lo partorisce a livello più o meno inconscio [...]

Read more

La traduzione secondo Nabokov

Vladimir Nabokov era convinto che sarebbe passato alla storia per due opere, il romanzo Lolita e la monumentale traduzione in inglese di Eugenio Onegin; ora che sono trascorsi quasi cinquant'anni dalla sua morte, un tempo ragionevolmente lungo per poter valutare con obiettività il lascito di questo autore, possiamo dire che ebbe senza alcun dubbio ragione sul [...]

Read more

Uomo affacciato sul cortile in un tmpio giapponese

I racconti di Akinari Ueda: di pioggia, di luna e di primavera

Come spesso capita per le buone letture è stato il caso a farmi imbattere nei racconti di Akinari Ueda. Il caso e la complicità di un notissimo romanziere. La prima volta che ho sentito nominare questo classico autore nipponico è stata qualche tempo fa, quando ero alle prese con il primo volume de L’assassinio del commendatore, una delle più recenti fatiche letterarie di Murakami Haruki. [...]

Read more

Della Mite di Dostoevskij e altre storie

Due donne, due vite, stessa sorte: una finestra, e all’improvviso un salto nel vuoto. Una premeva un’immagine sacra contro il petto, l'altra portava in grembo un figlio ed era prossima al parto. Entrambe sono realmente esistite e le loro vite sono state sublimate da due artisti diversi: Dostoevskij (1821-1881) e Modigliani (1884-1920), che in comune hanno avuto ben poco [...]

Read more